top of page

La tennista in rosa (Cristiana Vittorini)


Sono in fila, alla cassa del supermercato. Sono entrata facendo una lunga fila. Si entra a turno, con la mascherina. Ma io metto anche i guanti. L'ultimo scaffale, prima della cassa ha gli articoli di cancelleria, le lampadine, le pile e qualche gioco. Il mio sguardo vaga a caso, in attesa che la fila si muova. E' preso dai colori delle penne, dei pennarelli, dei post-it, delle vaschette frigover in offerta ma l'attenzione cade su....no! – penso tra me e me -non posso crederci! E' mia, la voglio – ne sono certa - l'ho sempre voluta, mi appartiene! E' ciò che coniuga la mia infanzia con la mia adolescenza e con quello che sono oggi a ben 58 anni. La prendo, la guardo. E’ bellissima! Ho deciso, la compro. Subito. Ha pure la racchetta! Inevitabilmente rosa. Come anche le scarpette e la fascia nei capelli. E il bordo del suo vestitino tecnico, perfetto, inappuntabile. E' la Barbie tennista, bionda ed abbronzata come la Sharapova. La mia racchetta non è rosa ma azzurra e bianca ed ha la tecnologia per evitare dolori al gomito e l'epicondilite, che ogni tanto si fa viva. E’ stata ferma anche lei, con la pandemia, ma ora ogni sabato sono in campo con il maestro (eh…si....ancora...), anche io con il mio completino, le scarpe colorate, il cerchietto ed i polsini, rosa, anche i miei, ma un po' più sdruciti. Ho la pelle molto delicata. Devo sempre mettere la crema per il sole e non mi abbronzo mai. Ma è bellissimo! E' bellissimo colpire la pallina con quell'inconfondibile suono che sa di vacanza, di aria aperta, di circolo che odora di terra rossa, di tempo libero da dedicare a voler migliorare il rovescio e il servizio e anche le volee! E' bellissimo colpire la pallina nell'esatto momento in cui deve essere colpita, facendola andare come un perfetto elastico che torna da dove è partito. E ogni colpo ben fatto ha il gusto di una piccola conquista. E poterlo fare a 58 anni lo è ancora di più perché sai che è importante e niente affatto scontato immaginare di poter ancora diventare brava e perfetta come la Barbie...che è anche tennista e io non lo sapevo. Dietro alla scatola c'è scritto: ”giocando con Barbie, ogni bambina immagina cosa potrà diventare da grande” e mi chiedo perché lo leggo solo oggi.

67 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page