Anteprima Poetica - Clementina Di Branco



Clementina Di Branco - Insegnante di francese, nata nel 1978. Grande lettrice, ha scritto numerose recensioni per il sito dell’associazione culturale ThrillerNord. Insieme alle sue colleghe e amiche fa parte del neonato Collettivo Zebra, un luogo virtuale per illustratori, scrittori e fumettisti. Anteprima poetica è il primo spazio dove presenta le proprie poesie.


Lento il ritorno


Lento il ritorno.

Nella tua anima cadono stelle

che non guidano attraverso i deserti

anche la strada è un’invenzione

un eco di nostalgia.



Presentazione


Io sono l’una e l’altra

l’una ha coda di volpe rossiccia

l’altra occhi di lepre nocciola

sono rimasta a lungo qui

nascosta tra queste pagine

piegate come lenzuola

se guardo fuori non vedo il mare

né la grande quercia che ci ha custodito

gelosa e materna

se guardo dentro ogni cellula danza

quasi fosse il primo giorno della creazione

universale

e ritrovo il mare e l’albero

su queste pagine

non più bianche



Potere


Nel silenzio del labirinto

ho imparato la solitudine

dovevo essere il mostro

sono diventato il re.


Quando ti accorgerai che sono niente


Quando ti accorgerai che sono niente

un’anima rotta dal silenzio

asciutte parole e sassi

che nessun reo può addolcire

davanti a quel niente

si piegherà la tua schiena

in reverenza.


Penelope (o della madre)


Tagliare e filare

le mani della madre avanzano

spedite

e pensare che è nata

senza scienza né conoscenza

è nata bambina

nella casa divenuta alcova

tagliare e cucire

la stanza s’oscura

avanza molle

il passo della solitudine

mentre da fanciulla

diventa donna.


Eros


Mi chiedo se tu sia un bambino

dal viso roseo

il sorriso fulmineo

o un vecchio dal passo lento

ma deciso.

L’uno e l’altro dormono in te

strali dorati e argentei fendono l’aria

li guardo dal mio balcone

ben nascosta

tra tutti gli dei il meno saggio


ma corre il giovane lungo il fiume

e tremo di paura.




81 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti