top of page

Visioni - Festival

Immaginare il passato per costruire il futuro

Visioni poetiche
Scatti d’artista di Rodrigo Pais

Con questa esposizione fotografica che vede ad oggetto una selezione di scatti di Rodrigo Pais curata dal
collezionista privato Giovanni Casale, si è voluto creare un reticolato di immagini e scrittura senza fronzoli,
in linea con il profilo professionale e umano del fotografo romano. La fotografia diventa qui una
testimonianza concreta narrata dalla luce del bianco e nero dell’epoca e, citando Dacia Maraini, “racchiude
la semantica del vedere senza tentennamenti e in un solo scatto trova soggetto, predicato e fortunato,
anche l’aggettivo”. Circa venti fotografie che da Primo Levi a Pier Paolo Pasolini raccontano un’Italia
lontana ormai nel tempo ma che porta ancora in sé la voglia di conoscere ancora figure della nostra cultura
che hanno ispirato le generazioni a seguire nel mondo.

Rodrigo Pais nasce a Roma il 28 settembre del 1930. Dopo aver svolto vari lavori, nel 1946 è impiegato
quale stampatore nel laboratorio fotografico Binazzi e Lombardini. Dal 1950 si è occupato di reportage
collaborando con il settimanale Vie Nuove e dal 1954 entra nella redazione de L’Unità. Ha collaborato tra le
altre testate giornaliste con Paese Sera, il Corriere della Sera, La Stampa. Muore a Roma il 9 marzo 2007;
lascio il segno infinito del suo estro come testimonia ancora oggi lo scatto che ritrae Enrico Berlinguer in
braccio a Roberto Benigni.

bottom of page